• Instagram - @mrs.paro
  • Facebook - Francesca Parolin Ph
  • LinkedIn - Francesca Parolin

francesca.parolin.ph @ gmail.com

+39 348 9328273

© 2019 by Francesca Parolin
 

FRANCESCA PAROLIN | Photographer  & Graphic Designer

Via G.Marconi 65/12 - 35010 Curtarolo (PD) - P.IVA: 05224760289 - C.F. PRLFNC89A51C743L - PEC: francesca.parolin @ pec.it

Storytelling

Sempre di più si sente parlare di strategie di marketing basate sullo storytelling: ma così lo storytelling?

Letteralmente si tratta di raccontare una storia, la tua!

Infatti, in questi tempi tecnologici, dove viviamo velocemente e ci sono molti canali di comunicazione che fanno da intermediari tra te e il tuo cliente, una comunicazione troppo autoreferenziale e consumistica che parla solo di prodotti e servizi e di “vendere” qualcosa a “qualcuno” allontana il consumatore dai valori che lo spingono ad acquistare un prodotto.

Serve riavvicinarsi al consumatore, trasmettere la passione del tuo lavoro, e le motivazioni che ti spingono a farlo, come e dove nasce il tuo prodotto o il tuo servizio, e in che modo il tuo cliente o consumatore potrebbe viverlo, il modo unico in cui sei e lavori, ovvero la tua storia!

Coinvolgere il tuo cliente con un racconto visivo, che sia tramite una campagna sui social, sul tuo sito o nei tuoi strumenti di comunicazione è il modo perfetto per coinvolgerlo nel tuo mondo e fidelizzarlo.

Raccontare la tua storia grazie alla mia passione ed esperienza per la grafica e la fotografia, è il mio obiettivo!

In che modo lo faccio?

Entro nella tua attività per conoscerti e per conoscere il tuo messaggio, per comprendere fino in fondo i tuoi valori e l’impegno e la passione che metti nel tuo lavoro, e lo traduco in immagini, materiale comunicativo, contenuti visivi per costruire insieme un percorso che sappia raccontarti e raccontare ciò che fai, in modo efficace e coinvolgente.

Che tu sia un piccolo imprenditore, un libero professionista o un’azienda strutturata, tutti hanno una storia da raccontare, a me piacerebbe saperne di più, ci beviamo un caffè?